Investire nel settore del benessere e cura della persona: perchè? 4 motivi.

stefania business wellness

4 MOTIVI per avviare il tuo business nel settore del benessere

In questo momento storico, potrebbe sembrare controcorrente il mio invito a riflettere (e magari addirittura agire) sull’investire i propri risparmi, il proprio tempo, il proprio studio per avviare un’impresa. Ancora peggio se l’impresa di cui parliamo ha come core business l’attività motoria, a cui connettere attività complementari volte alla salute ed al benessere delle persone.

É ormai noto, se avete letto i miei precedenti articoli, che da circa tre anni gestisco un health center. In questo senso questo articolo è come una riflessione ad alta voce su quelli che per me sono dei buoni motivi, che ho individuato praticando la mia attività, per cui è conveniente e profittevole investire in questo business, ora.

Sport e attività motoria

Come punto di partenza è opportuno riportare all’attenzione di tutti la sostanziale differenza tra sport ed attività motoria.

Per fare questo mi avvalgo dell’aiuto del Ministero della Salute che nelle linee guida emanate connota lo sport come “ludico, sociale, aggregativo”; mentre l’attività motoria “preventiva, di mantenimento e curativa”. Ultimo aspetto da prendere in considerazione per comprendere a pieno la mia analisi, è che comunemente si considera la “palestra” come dimora del movimento.

startup wellness investire

Perché è conveniente e profittevole investire in questo settore?

  1. Sulla base dei dati raccolti per stilare la classifica dei paesi più sportivi, l’Italia è al quarto posto in Europa per il numero di individui iscritti in palestra.
  2. La palestra non è più soltanto una dimora per atleti, o il posto in cui si va per rimanere in forma. La palestra è il luogo che accoglie tutti coloro che vogliono sentirsi bene. Il concetto di sport si sta evolvendo, sta migrando sempre più verso quel bisogno, sempre più diffuso, di vivere sani e bene. Questa è una delle leve maggiori per il lancio di questo settore del mercato.
  3. NON SIETE SOLI! Fare un passo di questa portata potrebbe spaventare chi non ha mai fatto, o pensato di fare impresa, è normalissimo. Per farlo è possibile rivolgersi a consulenti come me! 🙂 È possibile richiedere formazione ed affiancamento, non soltanto per la fase di costituzione dell’attività, ma anche per il suo avvio pratico e, infine, per la gestione ed il mantenimento. Conoscere ed interiorizzare delle metodologie già acquisite ed applicate attraverso il confronto, può essere la chiave di volta per agire.
  4. E SE MANCA IL DENARO? L’Europa, l’Italia e le regioni sono al fianco di chi vuole implementare nuove attività e fare business mediante l’elargizione di fondi e finanziamenti. Tutto questo esiste proprio allo scopo di rendere l’Italia un paese competitivo e solido dal punto di vista economico ed allinearci agli standard delle nazioni europee.

happy wellness

Da dove partire per aprire il tuo business nel settore del benessere.

Per avviare un health center non basta solo avere un titolo che consenta di svolgere questo tipo di  attività, né si limita a possedere una partita iva. A tutto questo si affianca l’acquisizione di routine organizzativa in grado di sorreggere una struttura che va ben oltre questi aspetti “iniziali”: c’è tutta la gestione delle relazioni con i diversi stakeholders coinvolti, la redazione di un piano di investimenti e risparmi, la cura della comunicazione interna ed esterna. E questo solo per citare alcuni degli aspetti principali.

Saper dove si vuole andare, in che modo e con quali mezzi è fondamentale: solo così si potranno fronteggiare le tempeste, solo così si potrà godere del sole.

__________

Vuoi saperne di più?

Contatta Stefania Angelico, Business Consultant.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *